Percorso

Lettera del Fondatore

 

SDR00Sono sincero, (come non potrei esserlo), 

la molla che mi ha spinto a creare l’Associazione "Arcobaleno dei Pensieri O.n.l.u.s."  è stato il mio grande debito nei confronti della vita.

 

Ho avuto molto da tutti i punti di vista – casa, affetti, famiglia, lavoro … - così, ad un certo punto, ho sentito che era arrivato il momento di restituire il bene ricevuto, di fare qualcosa per aiutare chi di fortuna non ha neppure sentito parlare.

Era un desiderio che avvertivo da molto e che con il tempo è cresciuto.

Il modo che ho trovato è stato quello di tradurre le mie capacità, la mia esperienza e il mio tempo per costruire qualcosa che potesse aiutare davvero, subito e nel tempo, chi vive nella disperazione.

Così è nata Arcobaleno dei pensieri Onlus, un'Associazione creata per offrire un aiuto concreto e diretto a volontari, associazioni e operatori impegnati nel territorio, e non solo, a strappare dalle lacrime e dalla sofferenza bambini, ragazzi, e uomini.

Il primo obiettivo è quello di creare una struttura che sul territorio stesso, possa aiutare i bambini, che per motivi più generici sono allontanati dalle proprie famiglie di origine.

Quello che mi ha spinto ad agire è stata l’incontro con realtà di miseria, dolore e sofferenza che non si possono neppure immaginare.

Ma per me è stato determinante conoscere veri e propri eroi di ogni giorno, persone che ti cambiano il modo di vedere, di sentire, che ti cambiano la vita.

Il mio primo incontro con la realtà, è stato fatto nel lontano 2008, quando mi sono recato presso la "Casa Emanuel" di Pompei, (comunità di accoglienza per gestanti, madri e bambini) per offrire, insieme a mia moglie Anna, il mio aiuto ai bambini ed alle madri che viveno nel disagio e nella sofferenza, (lì' a soli 2 metri dalla mia abitazione).

Qui conosco Suor Alessandra Adornato, responsabile della Comunità di tipo familiare "Giardino del sorriso" una "piccola" donna che mi ha regalato, con il suo impegno, il suo sguardo, senza parola alcuna, delle emozioni che con nessun monologo possono essere tradotte.

Una "piccola" donna, che mi ha regalato il sorriso!

Il suo amore per i bimbi, la sua passione, il suo temperamento, mi hanno convinto, hanno fatto scattare in me quella molla che oggi mi ha portato ad agire in prima persona.

Non avevo mai sentito parlare di questi “angeli”, o forse i miei occhi e le mie orecchie non volevano sentire e vedere, non avevo mai letto niente di loro. Eppure il lavoro che svolgono è una cosa immensa, un eroismo quotidiano di cui nessuno si occupa.

Giorno dopo giorno, mese dopo mese, accudiscono ed educano bambini e ragazzi, che costretti dalle esigenze della vita, si ritrovano fin dal primo giorno, o nel percorso della loro giovinezza, senza i propri genitori.

Ringrazio - e come non potrei farlo - tutte le persone a me vicine per l'impegno, l'amore, la passione che ci permettono di attuare i programmi prefissati ed un ringraziamento particolare va ad Carlo Mosca, Nunzia Cirillo, Elisabetta Pignataro, Catello Mosca, Rosaria Di Somma, Linda & Ciro, ai membri del consiglio direttivo, a tutti i nostri soci e nostri sostenitori; ma il mio ringraziamento piu` grande, piu` profondo e piu` importante va alla mia amatissima moglie Anna ...

 

GRAZIE ANCORA! DI CUORE CON AMPIA E SINCERA STIMA

Salvatore Di Ruocco