Percorso

Anna Verlezza

Scritto da Super User. Postato in Letteratura

Anna Verlezza a dimostrazione che “Volare si può!”

 

AnnaVerlezza1Anna Verlezza è nata a Caserta il 5 /12/ 1973 e vive da sempre a Santa Maria a Vico (CE). Dopo la maturità classica consegue il diploma all’istituto magistrale spostando, così, la sua attenzione professionale sui bambini e sui loro bisogni. Successivamente si fregia  della laurea in Giurisprudenza presso l’Università ‘Federico II’ di Napoli e termina anche gli studi in Scienze religiose con punteggio di 110 e lode.

Al suo attivo ha due masters universitari di I’ e II’ livello, rispettivamente sulle “metodologie e strategie d’insegnamento” e su “Il profilo del D.S. management, leadership e responsabilità”. Docente alla scuola dell’infanzia presso la Direzione Didattica di Santa Maria a Vico, partecipa attivamente a commissioni e progetti che investono il campo della didattica di qualità, come la formazione del dirigente scolastico, tecniche d'insegnamento e insegnamento ai bimbi diversamente abili.

Carmen Percontra, il riscatto dell'anima tra poesia, musica e palco

Scritto da Super User. Postato in Letteratura

Carmen Percontra,  il riscatto dell'anima tra poesia, musica e palco

Percontra Carmen 00Percontra Carmen è nata a Palermo nel 1956. E’ vissuta per diversi anni a Roma per poi trasferirsi e stabilirsi a Napoli da circa 35 anni. Attualmente risiede a Massa di Sommain provincia di Napoli. Svolge lavoro di segretariato, curando la corrispondenza e il protocollo nel settore pubblico e privato. Donna dinamica e coraggiosa, affronta le difficoltà della vita con ferrea volontà, riuscendo ogni volta a superarne gli ostacoli, per ardui che siano. La Percontra fa parte di compagnie teatrali e di organizzazioni di eventi culturali di notevole spessore. Ha studiato la “tammorra e balli popolari”. Si cimenta anche nella scrittura di copioni teatrali e vari sketch comici. Ha studiato grafologia con cui rileva emozioni e timori dell’animo umano. Profonda e determinata, è dotata di un carisma autentico e stabilisce con facilità rapporti di amicizia e di stima. La sua tenacia la contraddistingue in ogni sua iniziativa.

Concetta Onesti, poetessa/declamatrice nella sfera culturale dell’Archeogeo

 

ConcettaOnesti001Concetta Onesti è nata a Napoli il 10 aprile 1977, anche se ha vissuto sempre nella provincia di Salerno di dove è originaria. Risiede in un villino ad Olevano sul Tusciano (SA) con la sua famiglia e i propri genitori. E’ sposata da cinque anni con Orlando,la sua metà’ che ama il lavoro e lo sport. Frutto del loro Amore una figlia meravigliosa di 3 anni di nome Lidia.

 

Ha studiato materie umanitarie e  lavorato nel settore sociale per diverso tempo, sia a livello privato che pubblico.  Ha svolto volontariato e un anno di servizio civile presso l'unione italiana ciechi di Salerno. 

Attualmente lavora nel settore olistico - massaggi per il benessere della persona, consulenze fitoterapiche e dei fiori di bach, etc. pur senza lenire il proprio impegno viscerale nel campo artistico/culturale che fa l’occhiolino al sociale. 

 

Ed è così che nel 2007 ha pubblicato con “La Fenice Editore” la sua prima raccolta poetica "Angelo Azzurro" e dal 2008 ha iniziato a frequentare associazioni, accademie  e tanti centri culturali, mettendosi in evidenza per le sue capacità di artista poliedrica.

 

Del 2010, invece, è la pubblicazione del suo secondo libro “La Luna nel Pozzo”, edito dalla Montedit’ collana “I Gelsi”, narrativa e poesia, dal quale ha avuto una miriade di soddisfazioni e consensi. 

Elio Angeletti

Scritto da Super User. Postato in Letteratura

Elvio Angeletti, “Oltre l’Infinito” lampi d’artista tra colori e parole

ElvioAngelettiElvio Angeletti nasce a Senigallia  in provincia Ancona il 06-05-1954 e  vive a Marzocca, piccolo paesino della riviera adriatica. Sposato e padre di due figli  fin da ragazzo ha avuto la passione dell’Arte iniziando a dipingere fin quando non ha formato famiglia, poiché,  il lavoro non gli consentiva di avere i necessari spazi di tempo da dedicare al suo ‘primo amore’: la Pittura!

Il fervore artistico/culturale, più forte di ogni ostacolo esistenziale,  lo ha invogliato, però,  a cimentarsi continuamente in diverse branche dell’arte e della letteratura.  Ed è così che ha iniziato a scrivere circa quattro anni orsono, benché soltanto dall’inizio del 2011 si è affacciato al pubblico  con un sito www.elvioangeletti.it  e ad un blog collegato  lepoesiedielvioangeletti.blogspot.it - pubblicando anche su Facebook.

“Cose semplici”, come lui stesso asserisce,  che ora  mette a disposizione  di chi come lui ama le cose belle della vita. Le sue storie sono di vita vissuta, alcune personali, autobiografiche … altre rilevate da vicissitudini di amici o di episodi conosciuti attraverso i media.

Leandra D’Andrea (Ledy Napule)

Scritto da Super User. Postato in Letteratura

Leandra D’Andrea (Ledy Napule):

l’anima che schiude poesia d’arte e di  vita

LeandraDAndrea01Leandra Nunzia D'Andrea in arte Ledy Napule, è nata il 1° giugno del 1970 ad Afragola ma ha vissuto buona parte della sua vita a Sorrento. Oggi risiede a Napoli.

Ha trascorso in “Collegio” il periodo tra gli  8 e i 13 anni. Successivamente ha conseguito  il diploma in Belle Arti.  Dipinge e scrive poesie dall'età di 8 anni, esprimendosi in esse in ogni forma d'animo, “… esorcizzando e trasformando il contenuto della  vita nella chiave di ogni realtà”. 

Nel mettere in lirica ogni rumore dell'anima, ama definire la poesia l'opera vitale, la “Vena Aorta” del mondo.

All'età di 11 anni vince il premio di narrativa del concorso regionale "Il germoglio", bandito dal comune di Palma Campana (Na), ricevendo la consegna del diploma di scrittrice.

 

A 16 anni inizia a posare come fotomodella in scatti artistici per diversi fotografi italiani ed internazionali, ma rifiutandosi ai nudi!!!

 

Con questa FOTO ARTISTICA di Francesco Berriola, vince il secondo premio concorso Mare Nostrum 2012/2013 e passa le selezioni per Berlino.

 

Nel 1993 lascia per sei anni “l'Arte Pastoriale per dedicarsi al restauro di statue appartenenti a chiese, antiquari e privati. Successivamente, nel 1999, riprende l’impegno nell'arte “Pastoriale” e “Presepiale”  lavorando presso il maestro Giuseppe Ferrigno dove esercita tutt'oggi con Marco Ferrigno, erede della “Famiglia Ferrigno-Arte Pastorale dal 1836.