Percorso

Lo Sbarco dei Sogni

LO SBARCO DEI SOGNI

Rubrica di

LETTERATURA, MUSICA, ARTE , CULTURA, SPETTACOLO

a cura di Mauro ROMANO

 

Concetta Onesti, poetessa/declamatrice nella sfera culturale dell’Archeogeo

 

 

 

ConcettaOnesti001Concetta Onesti è nata a Napoli il 10 aprile 1977, anche se ha vissuto sempre nella provincia di Salerno di dove è originaria. Risiede in un villino ad Olevano sul Tusciano (SA) con la sua famiglia e i propri genitori. E’ sposata da cinque anni con Orlando, ‘la sua metà’ che ama il lavoro e lo sport. Frutto del loro Amore una figlia meravigliosa di 3 anni di nome Lidia.

 

Ha studiato materie umanitarie e  lavorato nel settore sociale per diverso tempo, sia a livello privato che pubblico.  Ha svolto volontariato e un anno di servizio civile presso l'unione italiana ciechi di Salerno. 

 

Attualmente lavora nel settore olistico - massaggi per il benessere della persona, consulenze fitoterapiche e dei fiori di bach, etc. pur senza lenire il proprio impegno viscerale nel campo artistico/culturale che fa l’occhiolino al sociale. 

 

Ed è così che nel 2007 ha pubblicato con “La Fenice Editore” la sua prima raccolta poetica "Angelo Azzurro" e dal 2008 ha iniziato a frequentare associazioni, accademie  e tanti centri culturali, mettendosi in evidenza per le sue capacità di artista poliedrica.

 

 Del 2010, invece, è la pubblicazione del suo secondo libro “La Luna nel Pozzo”, edito dalla Montedit’ collana “I Gelsi”, narrativa e poesia, dal quale ha avuto una miriade di soddisfazioni e consensi. 

 

ConcettaOnesti002 

ConcettaOnesti003

 

Numerose le presentazioni di quest’ultimo: presso la “Accademia Alfonso Grassi” di Salerno; nei locali dell'associazione culturale “Arte e Sociale”, serata impreziosita  dalla partecipazione straordinaria dell'assessore alla cultura e del direttore della rivista culturale “Miscellanea”. E’ stato poi ancora mostrato presso la libreria “Einaudi” a Salerno; a Giffoni Valle Piana presso il “Centro Informagiovani alla presenza di giornalisti e presidenti di accademie internazionali ed amici artisti di varie discipline. In segno di amore per l’arte è stato donato alla biblioteca di Olevano sul Tusciano e di Montecorvino Rovella. In quest’ultimo paese  è stato oggetto di discussione nei locali  della libreria d'istituto della Scuola Superiore.

 

ConcettaOnesti004

 

 

Concetta Onesti ha vinto premi prestigiosi partecipando a  concorsi internazionali di poesia, in Italia e in Spagna. Con le associazioni “Bellizzi Arte e Sociale e con l'Accademia “Grassi” ha aderito come declamatrice a diverse manifestazioni di interesse culturale. Con la rivista culturale “Il Saggio di Eboli ha pubblicato recensioni di libri di poesia, storia, archeologia ecc. Ha collaborato con diverse riviste internazionali di cultura e a carattere divulgativo. Ha recensito il maestro Alfonso Grassi in virtù della collaborazione con la nota rivista “Arte in cammino 2”.

 

ConcettaOnesti005

 

 

E’ stata la declamatrice ufficiale di numerosissimi concorsi di poesia e presentatrice di libri. Da una sua idea prende vita l'associazione culturale “Archeogeo” a Montecorvino Rovella (SA) della quale è presidente Gennaro Procida, così come lei, oltre ad esserne socio fondatore, ne detiene le nomine di Segretaria e Direttore Poetico/Letterario, divenendone da subito declamatrice ufficiale,  persona di fiducia del presidente e organizzatrice di eventi di interesse artistico e socio/culturali.

 

ConcettaOnesti006

 

E’ stata redattrice della nota rivista culturale internazionale “Miscellanea”. Nel 2011 ha svolto con la sua associazione un convegno molto interessante riguardante la violenza contro la donna. Ha ricevuto consensi di critica e di pubblico e lodevoli parole di recensione per le sue poesie e per la sua personalità poliedrica e mai doma neanche dinanzi a difficoltà oggettive create dalla burocrazia.

 

ConcettaOnesti007

 

 

Con impegno, passione e dedizione, ha ideato la serata di interesse socio/culturale “Regina Poesia”, assumendone la direzione artistica e presentandola  al cospetto di numerosi adepti dell’arte poetica, della musica e dello spettacolo, giunti nei paesi Picentini da ogni parte  della regione  Campania.

 

ConcettaOnesti008

 

 

Nel 2012 ha  organizzato e presentato il primo concorso di poesia dell'Archeogeo, “Chimera  D'oriente– la cui seconda edizione quest'anno sarà presentato in veste internazionale – assumendone l’ormai immancabile ruolo di declamatrice. Ne ha fatto parte della giuria insieme ad eccelsi personaggi. Stesso compito ha ripetutamente assunto  in altri qualificati concorsi letterari. 

 

ConcettaOnesti009

 

Collabora attivamente, in rappresentanza dell'Archeogeo, con il “Forum dei giovani” durante il Giffoni film festival” con serate di poesia ed arte; per l’occasione conduce i giovanissimi alla rinomata kermesse internazionale, avvalendosi della fattiva partecipazione della mamme. Occasione - ancora!!! – per declamare dal vivo le sue liriche,  accompagnata da musica con “Passi di danza” … ed esporre poesie  ispirate ai quadri di artisti internazionali contemporanei. Tra tutti ricordiamo Franco Barbato e Cristina Criss trifirò.

 Lo scorso 16 novembre 2012, presso l'aula consiliare del Comune di Olevano sul Tusciano (SA), è stata insignita della nomina di “Dirigente della Delegazione Archeogeo della cittadina.

 

ConcettaOnesti010

 

 

Attualmente collabora con un quindicinale di informazione e attualità salernitano.

 

Di Concetta vi dico … 

 

ConcettaOnesti011In ogni occasione, ad ogni evento in cui è coinvolta Concetta Onesti, salta agli occhi la sottolineatura fondamentale dell’artista, e cioè quella di declamatrice che rivela in lei doti inequivocabili di ‘Attrice del Verso’ capace di entrare nell’anima dell’autore preso in considerazione, di sbriciolarne il senso della sua lirica, quasi con aria ‘sofferta’ in viso, neanche fosse stata lei a vivere le intense emozioni che le parole trasmettono, quasi a conferir loro una pragmatica  ‘regalità’.

 

La sua natura di artista poliedrica la spinge a non lasciarsi dietro nessuna occasione che annusi nel sociale o nell’aspetto meramente artistico/letterario. I fluidi tentacoli che abbracciano variegate forme artistiche, le  consentono di respirarne l’essenza in virtù di una sensibilità non comune che la tiene sempre a suo agio di fronte a qualsiasi situazione che le si presentano. 

 

La poesia, le sue declamazioni, l’organizzazione di eventi, l’attivo coinvolgimento alle problematiche socio educative che lei spiana nel proprio quotidiano con capacità e meriti …  la rendono protagonista nel rispondere ai numerosi inviti ad interviste radiofoniche, televisive, giornalistiche in genere, inerenti la sua prolifica attività culturale. L’incontro col noto presentatore Ralph Stringile, a breve l’ha vista ospite alla trasmissione che lo stesso presenta presso “Telefutura”.

 

Ma il suo bagaglio culturale non è certo campato in aria. Variegate esperienze di studio ne hanno forgiato personalità, carattere e modi di agire di fronte alle tante situazioni letterarie e più ampiamente dell’arte in genere. La sua intraprendenza e la sua indole “dolcemente battagliera”, fanno il resto. L’arrendevolezza non fa parte del suo vocabolario che apre ogni pagina della vita in positivo, sorridendo al nuovo giorno e salutando gli abitanti della notte (luna … stelle … forse gente innamorata ) da immortalare in una poesia o in un ‘disegno’ dell’esistenza che scorre leggero su pensieri che giammai vestono di banalità. Di ‘Sana Ingenuità’ forse.

 

ConcettaOnesti012Evenienza di chi non si accontenta di annuire allo ‘sperpetuo’ che ci circonda … ma che lotta per un mondo migliore; di chi prova a lenire le tante sofferenze anche con un semplice sorriso o con un naturale gesto d’amicizia. 

 

Nel 2004 ha preso lezioni di teatro presso il “Sangenesio” di Salerno dai maestri Regina Senatore e Alessandro Nisivoccia. Note le sue declamazioni nel teatro comunale di Vietri sul Mare quando a farla da protagonista era  l’importantissima tematica della “Violenza contro le Donne” .. e molte più volte ha soffiato vive emozioni al microfono, in  manifestazioni indette dal comune di Montecorvino Rovella (SA).

 

Altra esperienza recitativa l’ha vissuta ne  dicembre 2010 effettuando uno ‘sketch comico’ TG Blob, per la regia di Antonino Miele presso il teatro comunale di Bellizzi  (SA) “Il sorriso”. 

Ma i suoi non sono solo voli di fantasia oppure semplici reminiscenze sventagliate appena fuori dall’uscio di casa. Concetta Onesti fino a qualche anno addietro poteva considerarsi ‘Cittadina del Mondo’. Ha viaggiato tanto! Negli Stati Uniti d’America, confrontandosi con una realtà così diversa dalla nostra ed acquisendo esperienze che le sono valse e le valgono ancora per forgiare in senso multietnico il suo carattere e la sua personalità. Ha vissuto, lavorando, per circa un anno a Milano, poi ancora a Venezia.

 

La sua apprezzata vena artistica l’ha portata ad essere ospite d’onore a Firenze in occasione del concorso internazionale “Artisti alla Ribalta”, evento creato da Gennaro Battiloro. Ennesima opportunità per declamare alcune liriche delle sue pubblicazioni – "Angelo Azzurro" e La Luna nel Pozzo” – … così come ha vissuto momenti culturali speciali a  Roma, presso  la “Accademia Agostiniana internazionale, dove hanno potuto apprezzare ancora la validità dei suoi versi ed il suo personalissimo modo di recitarli. 

 

Liriche recensite dalla critica letteraria Angela Furcas e pubblicate su riviste culturali come Fiorisce un Cenacolo”, “Il Saggio”, “Miscellanea”, “Il Convivio” di Torino  e tanti altre ancora. Tutto ciò senza sottovalutare l’interessamento al suo operato letterario, di diverse testate giornalistiche locali, provinciali e regionali. 

 

Della sua poesia …

 

La sua poesia spazia tra i sussulti del proprio intimo e l’irragionevolezza dei malesseri del quotidiano, estesi a varie forme di violenza perpetrate nei riguardi dei più deboli: dei minori (Perversione (o pedofilia) “… sembra che mangi te stesso mentre rubi la mia innocenza
insozzandola col tuo sudiciume
”.

  … o della gente di fragilità vestita che vive ai margini della società (BarboniOrfani e spavaldi, timidi, fragili, increduli, sono gli invisibili scomodi che circondano le città”.  

… oppure quando preme il dito sulla piaga del rimpianto di non saper conciliare il proprio intimo col mondo che stravolge i sentimenti col suo incessante correre verso ‘nuove scoperte’ affermando: cresciamo nelle tecnologie ma le coscienze QUELLE rimangono assopite”,  (Gli occhi di un bimbo che hanno visto la guerra).

… ovvero  contemplando  “Occhi Tristi  che “Tramontano a ogni ora della giornata aspettando un'alba che non arriva mai”.

 … finanche specchiandosi nella bontà nel trascendentale (Il Tuo Nome) ricavandone sensazioni celestiali che ne deliziano l’animo consentendo a “La bellezza del creato placa i miei pensieri ... mutevoli, errabondi, incostanti ...”.

E non la preoccupa affatto l’avventurarsi in quel dialetto partenopeo tutto particolare nella forma e scanzonato nei contenuti, sia che si rivolga al  provocatorio “O gatt”,  tanto amorevole quanto dispettoso, … o che orienti la sua attenzione al suo ‘Amore’ (T'am Assaij) in un fare giocoso, altro fondamentale aspetto tipico del suo carattere.

ConcettaOnesti013

 

E che dirne poi, quando si presenta “tremante di gioia”, col “pizzo a riso”,  quando semiseria cerca di strappare un sorriso ingentilito per favorire lo scorrere della fantasia, come una maestrina che insegna alla sua classe il senso della vita, spassandosi in  una rima occasionale e poi lasciata, (Il Folletto) … sintomatico  preambolo che le è servito ad annunciare che dentro di se si verificava  il miracolo più rimarchevole del mondo … la nascita di un fiore che prendeva forma da un atto d’amore, da una scelta di vita,  dallo svegliarsi da un sogno per una splendida realtà: la nascita di un figlio!!! Che per loro – Lei e Orlando – è significato il materializzarsi dell’adorata Lidia. Il tutto raccontato nel realismo  più spietato, a fare da contraltare ad immaginabili emozioni da favola,  nel mentre che si consumavano gli attimi decisivi del pre-evento. Or fa sera e le analisi ritiro, con la mamma ed il papà, il responso è positivo: sarò mamma che gran gioia! Telefono a mio marito e gli dico che papà diventerà ...”.

E così, sulla stessa lunghezza d’onda emotiva, con identiche prerogative passionali, Concetta spiana la strada alla “Parola a noi più cara … Mamma!”, nel decantarne l’importanza del ruolo e dei sentimenti che sviscera nei nostri confronti. E lei, figlia e mamma, ne traccia con semplicità concettuale, ogni risvolto. Quelli del presente, quelli dettati dall’anima e quelli di un futuro – che ognuno spera quanto più  lontano – per quando non ci sarà più! “Per chi non l’ha conosciuta un vuoto rimarrà, per sempre la cercherà … per chi ha dormito tra le sue braccia, la dolce ninna per l’eternità nel suo cuore egli porterà.”

 

Ecco: Concetta Onesti è questa qua!!!

 

LE SUE POESIE

ConcettaOnestiPoesie01

 


 

ConcettaOnestiPoesie02

 


 

ConcettaOnestiPoesie03 

 

 

 


 

Mauro Romano CV2Mauro Romano  è nato il 20 marzo 1953 a Nola/Piazzolla  - Na - dove vive ed opera. Laureato in Materie Letterarie presso l’Università degli Studi di Salerno con tesi in Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea “Alicata e il Neorealismo”.

Ha pubblicato: L’Amore preso sul serio” (Albatros Editrice – Roma 1982); “Scartine” (Edizione n proprio - 1983); “Lo sbarco dei sogni” (Editrice Vesuvio – Napoli 1985);  “Canzoni” (Gabrieli Editore – Roma 2000). Sue composizioni sono inserite in numerose Antologie e pubblicate su Riviste  Letterarie. Altri Inediti – in versi ed in prosa – sono di prossima pubblicazione. 

Membro  - di Merito e d’Onore –  di  diverse  Accademie Nazionali ed Internazionali - ha ottenuto premi  in numerosi Concorsi Letterari con poesie singole, racconti, sillogi  e libri editi, sia in lingua Italiana che in Vernacolo Napoletano. Tra l’altro è Cavaliere della Comunità Poetica Europea, Socio Benemerito dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro e Accademico “Valentiniano” per un messaggio d’amore.  

Frequentemente è  inserito in giurie di concorsi letterari e di rassegne teatrali, assumendo spesso le funzioni di critico con apprezzatissime recensioni.

E’ iscritto alla SIAE quale Autore/Paroliere della parte letteraria delle Canzoni.

Collabora con diversi Organi di Stampa trattando argomenti a carattere Sociale, Letterario, Artistico/Culturale, Sportivo - addetto stampa Pallavolo – etc ...

E’ allenatore di Calcio iscritto dal 1979 nei ranghi della Federazione Italiana Gioco calcio.

Sposato con Anna, è genitore di Mena e Gilda.