Lo Sbarco dei Sogni

Giuseppe Lettieri

Scritto da Super User. Postato in Spettacolo

Giuseppe Lettieri, giovane cineasta ai primi successi

 

GiuseppeLettieri01Giuseppe Lettieri nasce il 29/08/1987 a Polvica di Nola  dove tutt’ora risiede ed opera. Dopo aver conseguito  la maturità scientifica, segue un corso di ‘Graphic e Web Design’. Da sempre è appassionato di cinema e nel 2010 decide di ‘mettere in moto’ la sua fantasia e l’amore per la settima arte, cominciando a realizzare cortometraggi e documentari con l’intenzione di partecipare a festival nazionali ed internazionali sulla cinematografia.

Sua prima opera “Lotta per la Vita”, - docu/fiction del fratello Carmine, attualmente  disabile di guerra scampato per miracolo ad un vile attentato quando si trovava in missione di pace in Afghanistan. – con la quale ha preso parte a “Cortolandria”.  Nell’occasione morì un suo commilitone del 3° reggimento Alpini di Pinerolo ed altri rimasero feriti, per loro fortuna in maniera non grave.  

 

LO SBARCO DEI SOGNI

Rubrica di

LETTERATURA, MUSICA, ARTE , CULTURA, SPETTACOLO

a cura di Mauro ROMANO

 

Giuseppe Lettieri, giovane cineasta ai primi successi

 

GiuseppeLettieri01Giuseppe Lettieri nasce il 29/08/1987 a Polvica di Nola  dove tutt’ora risiede ed opera. Dopo aver conseguito  la maturità scientifica, segue un corso di ‘Graphic e Web Design’. Da sempre è appassionato di cinema e nel 2010 decide di ‘mettere in moto’ la sua fantasia e l’amore per la settima arte, cominciando a realizzare cortometraggi e documentari con l’intenzione di partecipare a festival nazionali ed internazionali sulla cinematografia.

Sua prima opera “Lotta per la Vita”, - docu/fiction del fratello Carmine, attualmente  disabile di guerra scampato per miracolo ad un vile attentato quando si trovava in missione di pace in Afghanistan. – con la quale ha preso parte a “Cortolandria”.  Nell’occasione morì un suo commilitone del 3° reggimento Alpini di Pinerolo ed altri rimasero feriti, per loro fortuna in maniera non grave.  

Nel 2010 ha partecipato al “Fest-Fest  Italia” di Cuneo dove è stato premiato per la presentazione del video “Festa di Cicciano”. Trattasi di un ‘festival delle feste italiane’ che raccoglie numerosi  video girati da aspiranti registi in grado di intrappolare nelle proprie cineprese, colori, suoni e immagini folkloristiche tramandate da generazione in generazione.

GiuseppeLettieriManifestoMa è allo stesso concorso relativo all’anno 2012 che il Lettieri ha riscontrato i consensi più favorevoli della sua breve carriera, per la presentazione di tre opere.

E’ stato premiato, infatti,  per il cortometraggio “Festa dei Gigli”, per aver magnificamente raffigurato nel primo video presentato, la fase cruciale della tradizione principe nolana in onore di San Paolino  e messo in mostra gli altissimi obelischi nelle sfilata comunemente chiamata “Ballata dei Gigli”.

Nella stessa occasione  Giuseppe Lettieri è stato apprezzato anche per il lavoro la  “Festa dell’Uva” di Solopaca che ha affascinato la platea per la sfilata dei carri creati con chicchi di uva bianca e nera e la “Fest del Grano” di Foglianise (Bn). Per quest’ultimo la giuria si è commossa nel constatare che i carri creati rappresentavano monumenti piemontesi e qualche scettico ha dovuto ricredersi sul fatto che l’Arte supera ogni barriera tra Nord e Sud.

 Il giovane regista ha partecipato anche al Video Festival di Imperia, Corto  24 per il canale del digitale terrestre “Channel 24”.  Al concorso denominato “16 MM”, ideato da “Mediaset Italia 2”, i cui risultati si conosceranno a breve.

Molte altre riprese sono state realizzate dal Lettieri e presentati in rassegne promosse in tutta  la penisola italiana. Non solo Cortometraggi, ma anche lavori Grafici, - al momento contiamo 12 Cortometraggi  e circa 20 Grafici - alcuni dei quali hanno ottenuto buoni successi, riscontrabili  su internet.

GiuseppeLettieriPremio


MauroRomano

NOTA SUL LETTIERI

 

di Mauro Romano (*)

 

 

 

 

 

L’intento artistico di Giuseppe Lettieri è senz’altro quello di perfezionarsi e migliorare artisticamente nella realizzazione delle prossime opere – quelle già in cantiere e altre di prossima ispirazione -  per intraprendere sentieri più importanti nel campo della cinematografia.

L’entusiasmo, la passione, l’impegno non mancano in quanto il giovane artista bruniano è impregnato da un indiscusso ‘fervore’ che fa ben sperare per i suo futuro, figurando che l’arte cinematografica potrebbe diventare non solo uno ‘sfogo creativo’ ma anche l’attività della sua vita su cui basarsi e sostenersi.

Concorrere in più occasioni a kermesse che prevedono la partecipazione di ‘maestri’ provenienti da ogni parte d’Italia e suscitare lusinghieri apprezzamenti che gli hanno fatto conseguire i premi testè citati, incoraggia la nostra tesi che si basa sul riscontro dei fatti e non sulla valutazione tecnica della sua già apprezzatissima opera.

Le sue sensazioni, i suoi entusiasmi, la dicono lunga sulle possibilità di riuscita di questo artista non ancora venticinquenne. E le sue parole sono la testimonianza più diretta per rendere ancora meglio l’idea:


Campetiello-Lettoeri-Delucia-Romano“Ricordo ancora gli applausi riservatomi in occasione del “Fest Fest” di Cuneo e le domande fattemi dai giurati e da alcune persone del numerosissimo pubblico che chiedevano spiegazioni su quanto da me presentato”
si commuove un po’ Giuseppe nel ricordare tali splendidi momenti. “E poi – continuando -  vedere i manifesti per strada e nei negozi con il mio nome, e la soddisfazione di aver ‘esportato’ e fatto conoscere le nostre feste e culture al nord, è una sensazione indescrivibile che mi gratifica e che sarà difficile da dimenticare”.

 

V.C. Campetiello – Lettieri – v.Sindaco De Lucia – dr. Romano

 

 

Insomma, non c’è che dire, si tratta veramente di una bella esperienza che lo ha soddisfatto  molto anche per le felicitazioni ricevute dagli amministratori comunali, in primis dal vicesindaco del comune di Nola, il rag. Enzo De Lucia, suo concittadino della frazione di Polvica che gli ha rivolto i complimenti dell’intera amministrazione bruniana.

Il giovane regista sta perfezionando nuovi lavori inerenti l’arte cinematografica non solo per presentarli in altri concorsi, ma anche per  dare sfoggio al suo talento in erba che, per forza di cose, promette ampi margini di miglioramento, per poterlo catalogare con merito nella graduatoria degli “Artisti della Pellicola”.

 

 

 

(*) MauroRomanoCVMauro Romano è nato il 20 marzo 1953 a Nola/Piazzolla  - Na - dove vive ed opera; Laureato in Materie Letterarie presso l’Università degli Studi di Salerno con tesi in Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea “Alicata e il Neorealismo

Ha pubblicato: L’Amore preso sul serio” (Albatros Editrice – Roma 1982); “Scartine” (Edizione n proprio - 1983); “Lo sbarco dei sogni” (Editrice Vesuvio – Napoli 1985);  “Canzoni” (Gabrieli Editore – Roma 2000). Sue composizioni sono inserite in numerose Antologie e pubblicate su Riviste  Letterarie. Altri Inediti – in versi ed in prosa – sono di prossima pubblicazione. 

Membro  - di Merito e d’Onore –  di  diverse  Accademie Nazionali ed Internazionali - ha ottenuto premi  in numerosi Concorsi Letterari con poesie singole, racconti, sillogi  e libri editi, sia in lingua Italiana che in Vernacolo Napoletano. Tra l’altro è Cavaliere della Comunità Poetica Europea e Socio Benemerito dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro; 

Frequentemente è  inserito in giurie di concorsi letterari e di rassegne teatrali, assumendo spesso le funzioni di critico con apprezzatissime recensioni; 

E’ iscritto alla SIAE quale Autore/Paroliere della parte letteraria delle Canzoni;

Collabora con diversi Organi di Stampa trattando argomenti a carattere Sociale, Letterario, Artistico/Culturale, Sportivo - addetto stampa Pallavolo – etc.;

E’ allenatore di Calcio iscritto dal 1979 nei ranghi della Federazione Italiana Gioco calcio;

Sposato con Anna, è genitore di Mena e Gilda.