Percorso

Lo Sbarco dei Sogni

Thomas Mugnano

Scritto da Super User. Postato in Spettacolo

THOMAS MUGNANO, Pane, Poesia, Teatro e … Fantasia! 

 

ThomasMugnanomusica.jpgThomas Mugnano è nato il  22-08-1966 a ROCCARAINOLA  - Na - dove risiede. Sposato con Maria Assunta, è genitore di Anna e Mirko. Fin dalla giovane età  ha coltivato la passione per il teatro, la poesia, il cabaret ed altre discipline artistiche collaterali. A chi gli chiede: “Cos’è il teatro”, risponde:   “E' la perfezione e la consapevolezza dell'incoscienza...  E' l'egocentrismo del delirio... E' l'onnipotenza istrionica dell'attore ... E' capacità di muoversi nella cecità del buio delle quinte...  E' il pulsare violento del muscolo cardiaco... E' la vita....racchiusa in una scena”. …  e prosegue: <<Quando i respiri del pubblico diventano “il tuo ossigeno".... i loro occhi diventano “la tua vista".... gli applausi “il tuo cibo"....e l'odore delle tavole “il tuo profumo"... allora si che ‘VIVI’!!!, ma soprattutto ‘MUORI’ per il TEATRO. Perché il teatro è una brutta cosa se NON genera ‘Tachicardia’ e ‘Dipendenza’>>.

 LO SBARCO DEI SOGNI

Rubrica di

LETTERATURA, MUSICA, ARTE , CULTURA, SPETTACOLO

a cura di Mauro ROMANO

 

THOMAS MUGNANO, Pane, Poesia, Teatro e … Fantasia! 

 

ThomasMugnanomusica.jpgThomas Mugnano è nato il  22-08-1966 a ROCCARAINOLA  - Na - dove risiede. Sposato con Maria Assunta, è genitore di Anna e Mirko. Fin dalla giovane età  ha coltivato la passione per il teatro, la poesia, il cabaret ed altre discipline artistiche collaterali. A chi gli chiede“Cos’è il teatro”, risponde:   “E' la perfezione e la consapevolezza dell'incoscienza...  E' l'egocentrismo del delirio... E' l'onnipotenza istrionica dell'attore ... E' capacità di muoversi nella cecità del buio delle quinte...  E' il pulsare violento del muscolo cardiaco... E' la vita....racchiusa in una scena”. …  e prosegue: <<Quando i respiri del pubblico diventano “il tuo ossigeno".... i loro occhi diventano “la tua vista".... gli applausi “il tuo cibo"....e l'odore delle tavole “il tuo profumo"... allora si che ‘VIVI’!!!, ma soprattutto ‘MUORI’ per il TEATRO. Perché il teatro è una brutta cosa se NON genera ‘Tachicardia’ e ‘Dipendenza’>>.

A chiedergli, invece, cosa intende per Poesia, risponde con delle analogie che rendono estremamente l’idea del senso di indefinibilità ed inspiegabilità del concetto. Infatti, afferma: E’ come domandare ‘Cos’è l’Amore?’ … a chi ama; ‘Cos’è la vita?’ … a chi vive; ‘Chi è Dio?’ a chi è Cattolico/Credente.

Thomas ha partecipato a numerosi concorsi di poesie. Spesso ha vinto dei premi che tiene esposti orgogliosamente nella sua sede del gruppo teatrale da lui fondato e diretto: “I Matt…Attori”.

Recentemente ha fondato su facebook il gruppo ‘Diciamolo con la Poesia riservato esclusivamente alla Poesia ed alla Letteratura e indetto, in merito, il 1° concorso nazionale dall’omonimo titolo.

Pur tuttavia, l’attività più frequente del mondo artistico  ‘Thomassiano’ è legata al teatro ed allo spettacolo, che il più delle volte vanno di pari passo. I suoi ricordi si perdono nei primi anni dell’infanzia quando aveva la passione di raccontare barzellette. Lo faceva sempre, in ogni occasione. Poi si avvicinò al mondo del teatro, recitando, per diversi anni, con varie compagnie. Dopo una discreta esperienza, una diecina di anni fa decise, poi, di misurarsi come autore.  “Pensai ad uno spettacolo diverso, non alla classica commedia teatrale, ci riferisce. “Un ‘Avanspettacolo’ che proposi alla compagnia dove allora militavo. I responsabili, però, non si fidarono del mio progetto e decisero di non adottarlo”.

ThomasMugnanoGiuriaSindacoNonostante le avversità ed i pareri sfavorevoli, Thomas Mugnano portò a  termine il ‘suo’ lavoro, decidendo di lasciare il gruppo di cui faceva parte come attore, dopo aver rispettato gli accordi presi. Fu allora che decise di costituire un gruppo tutto suo, cominciando a cercare attori bravi, come è solito  fare il selezionatore di una nazionale: reclutò,  in ‘prestito’  tanti bravi attori di varie compagnie della zona e mise finalmente in scena questa sua idea: da Attore, da Regista, da Autore e da Fondatore dell’ambizioso Progetto.

Il risultato fu strabiliante!  Fu un successo inaspettato. Gli spettatori ne rimasero entusiasti al punto che dovette fare numerose repliche, modificando tutti i pronostici della vigilia. Uno spettacolo che, con sincerità, Thomas ammette: “Non era tutto mio! Io avevo scritto il canovaccio’, ma molti numeri erano "canzoni", "macchiette" e "Sketch" di altri autori. Solo l'anno dopo decisi che avrei scritto una commedia tutta mia, nonostante qualche ‘addetto ai lavori’ mi sconsigliasse figurandomi le enormi difficoltà del mio intento”.

ThomasMugnanocabaret.jpgIl notevolissimo successo lo invogliò a continuare su questa strada. Ed è così che, insieme alla sua  neonata compagnia, “I Matt…Attori” ha vinto diversi premi in prestigiose rassegne riservate al teatro ‘Amatoriale’ con attori che ha ‘cresciuto ed educati al teatro’, portandoli ad un discreto livello recitativo.

Altre soddisfazioni Thomas Mugnano le ha avute dalla partecipazione in varie trasmissioni televisive. Il fiore all’occhiello  della sua carriera sul ‘piccolo schermo’  è sicuramente la trasmissione condotta da Jerry Scotti e Natalia Estrada:  “La sai l'ultima?”.  Esperienza indimenticabile, sicuramente la più bella ed edificante per un artista della barzelletta, come lui stesso racconta: Correva l'anno 1998 e ricordo una forte emozione quando entrammo negli studi di Cologno Monzese. Era la mia prima e grande esperienza su un network nazionale e il cuore pulsava talmente forte che mi sembrava davvero che lo sentissero dall'esterno! Avevo già superato la prima selezione presso il cabaret Port'alba di Piazza Dante a Napoli. Ne ero uscito tra 1500 partecipanti provenienti da tutta la Campania. Qualche mese dopo  fui richiamato per un altro colloquio con uno degli autori del programma, Davide Parenti. Andò tutto bene. L'emozione mi accompagnò fino all'inizio della puntata. Il pubblico presente nello studio apprezzava la mia ‘napoletanità’ … e così capii che potevo lasciare il segno”.

ThomasMugnanoSquillo.jpgInfatti, quell’edizione fu vinta a furor di popolo dal nostro Thomas! Durante la trasmissione  simpatizzò con  Franco Guzzo, salernitano di Sapri, che dopo la sua apparizione nel 1992 rimase ospite fisso del programma, interpretando il famoso ‘maresciallo dei carabinieri’. Dal Guzzo fu aiutato con consigli davvero preziosi. Con l’artista ‘in divisa’,  Thomas ha poi lavorato anche in qualche festa di piazza e a qualche capodanno. Non si sentono da un bel po’, ma il rocchese ancora oggi sente di doverlo ringraziare ancora!

A dargli altre soddisfazioni che hanno arricchito il suo carnet di artista, sono da considerarsi i programmi “Telecafone” e “l’Occhio nascosto”.  “Del primo ricordo l’umiltà con cui ci accolse al provino il grande Oscar Di Maio, ci ricorda.  … e di donna Olimpia che stava preparando il caffè con la caffettiera di casa. Ognuno cominciò a fare il proprio provino impegnandosi per ben riuscire. Oscar voleva barzellette brevi e che potessero essere trasformate nelle sue famose ‘Pillole’. Quando arrivò il mio turno raccontai tre/quattro barzellette lampo, giusto per far capire se era quello il target richiesto. Oscar ne fu entusiasta al punto di dirmi: ThomasMugnanoOscarDiMaioFinalmente!! Nientedimeno doveva venire ‘nù cafone d'ò paese over pè truvà chelle che me serveve. Tu si che mi hai capito! Guagliò dammi tutte le barzellette di questo tipo!”.

ThomasMugnanoTelecafone.jpg ThomasMugnanoallocca - thomas.jpg ThomasMugnanoProfita
ThomasMugnanoLopez ThomasMugnanoGrimaldi.jpg ThomasMugnanoCionfoli.jpg

Erano una cinquantina in tutto, coi titoli appuntati su un foglietto per non dimenticarle. Thomas lasciò il proprio recapito e la settimana dopo fu chiamato ed inserito nel programma. La trasmissione durò cinque anni consecutivi  con ascolti   altissimi e  feste di piazza sempre con pienoni incredibili. In quell’occasione Thomas conobbe Antonio Allocca col quale nacque in seguito una collaborazione teatrale.

Poi il destino! Durante un programma con Maria Teresa Ruta su ‘Italia uno’, vennero mandate repliche di ‘Candid Camera’ nel programma condotto da Ciccio Valente e Samantha De Grenet. In quel periodo passarono in tv una dozzina di  ‘candid’ di Thomas che qualche biennio prima erano state trasmesse su Mediaset. Fu così che la dottoressa Gianna Mazzarella - proprietaria di Napolitivù – lo interpellò per dirgli: “Thomas, tu stai già facendo il programma su questa mia emittente con la Ruta. Io ti propongo un'altra cosa, vedi se ti interessa. Vuoi condurre ed interpretare un programma ‘campano’  dedicato solo ed esclusivamente alle ‘Candid Camera’?”. avide Parenti. Andò tutto bene. L'emozione mi accompagnò fino all'inizio della puntata. Il pubblico presente nello studio apprezzava la mia ‘napoletanità’ … e così capii che potevo lasciare il segno”.

ThomasMugnanoRuta.jpg ThomasMugnanoLecciso.jpg ThomasMugnanoalotta.jpg


ThomasMugnanoArena.jpgCosì nacque “l’Occhio nascosto”, programma prodotto interamente dall’emittente Napolitivù e con gli introiti derivati dagli sponsor ripartiti a metà tra artista e produzione. Fu un momento magico perché Thomas conobbe tantissimi artisti e veniva conosciuto ovunque, con la gente che gli chiedeva l’autografo!  La trasmissione ebbe un successo strepitoso al punto da farne diverse edizioni. Però, non potendo fare tutto, alla fine Thomas ha dovuto optare tra le varie forme artistiche che rappresentava con successo. Ed è così che la passione per il teatro è prevalsa!

  

 

 

THOMAS da ATTORE

compagnia LA STELLA per 8 anni;
compagnia IL DIALOGO per 2 anni;
compagnia LA CLESSIDRA per 6 anni;
compagnia I COCCI per 3 anni;
compagnia I MATT...ATTORI per 6 anni.

 

DA REGISTA 

ADDIO STRESS... C'è THOMAS!! (compagnia << la Stella>>);
CABARET...TI...AMO!! (compagnia << la Stella>>);
FESTA E'!! (compagnia << la Stella>>);
IL SETTIMO SI RIPOSO' (compagnia <<I Cocci>>);
CE PENZA MAMMA' (compagnia <<I Cocci>>);
SIGNORI BIGLIETTI (compagnia <<I COCCI>>);
RIDIAMOCI SU (compagnia <<I MATT...ATTORI>>);
RIDIAMOCI SU 2 (compagnia <<I MATT...ATTORI>>). 

 

 

REGISTA ED AUTORE

Le sue commedie teatrali:  

L'AMORE E' CIECO..ma il matrimonio gli rende la vista! (compagnia <<I MATT...ATTORI>>);

FIGLIE E NEPUTE… chelle ch'è faje è tutto perduto! (compagnia <<I MATT...ATTORI>>)

STEVEME MEGLIO QUANNO STEVEME PEGGIO! (compagnia <<I MATT...ATTORI>>);

CHE SE PASSE PE' NU' POCO 'E SPASSE! (compagnia <<I MATT...ATTORI>>)

NAPOLI-TUDINE: Pizza, Pazzi & Pezzi! (Compagnia <<I MATT...ATTORI>>).


 IN TELEVISIONE

ThomasMugnanoMarini.jpg ThomasMugnanoLaSaiLultima.jpg

 

LA SAI L'ULTIMA (CANALE 5) Con Jerry Scotti e Natalia Estrada;

CANDID CAMERA (ITALIA 1) Con Samantha De Grenet;

LA VITA IN DIRETTA (RAI 1) Con Michele Cucuzza;

SI SALVI CHI PUò (TELECAPRI) Con Maria Teresa Ruta;

PERDONAMI (RETEQUATTRO) Con Davide Mengacci

MARADONA SHOW (TELECAPRI) Con Alessandro Siani ;

TELECAFONE (TELECAPRI) Con O. Di Maio e A. Allocca (x 4 anni);

CAFONISSIMA (TELECAPRI) Con Oscar Di Maio (2 anni);

SUPER-RISATE (teleakery) per 2 anni;

4 AMICI AL BAR (TVL) C;

conduce x 5 anni L'OCCHIO NASCOSTO (NAPOLITIVU');

conduce TV SORRISI E PALLONI (NAPOLITIVU');

conduce GIGLI IN ( Videonola);

OPS : 4 AMICI AL BAR (TVL) CON FILIPPO SCHISANO

 


 ALCUNI PREMI VINTI COL TEATRO

PREMIO DELLA CRITICA- Binetto (Bari);

PREMIO MENSORIO - MIGLIORE COMPAGNIA- Saviano (Napoli);

PREMIO "IL SIPARIO" DI NIETTA FUSCO" -  MIGLIORE REGIA ;

PREMIO MIGLIORE COMPAGNIA - Rassegna di Castel San Giorgio (Sa);

PREMIO COME "ARTISTA E AUTORE RIVELAZIONE"- Radio Antenna Campana;

PREMIO COME MIGLIORE CARATTERISTA- Rassegna Petina (Sa);

PREMIO MIGLIOR ATTORE VERSATILE - Formia (LT);

PREMIO COME MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA Villa di Briano CE:

PREMIO COME ARTISTA POLIEDRICO - di Luciano Cuosta (CE).

ThomasMugnanoPremiazioneBitetto 
Riccardi – Thomas – Dello Russo

  

ALCUNI PREMI VINTI CON LA POESIA

 

1° POSTO CON <<LA SALITA>> AL CONCORSO NAZIONALE DI POESIA <<LETTERE D'ORO>> (ANNO 1998);

1° POSTO CON <<DECLINO>> AL CONCORSO NAZIONALE DI POESIA << IL DIVIN POETA>> (ANNO 2001);

2° POSTO CON <<DECLINO>> AL CONCORSO NAZIONALE DI TORRE ANNUNZIATA (ANNO 1996);

2° POSTO CON << ISPEZIONI NELLA VITA>> AL CONCORSO NAZIONALE "ROSA FORMISANO". (ANNO 2003);

3° POSTO CON <<PENSIERI>> AL CONCORSO NAZIONALE DI DI POTENZA DI M. BELLITTI (ANNO 2000);

3° POSTO CON <<IL TRAMONTO>> AL CONCORSO NAZIONALE "EKOCLUB" DI RAFFAELE PISCITELLI.


CENNI CRITICI 

ThomasMugnanoSpasso.jpg

 

A PROPOSITO della VITTORIA alla “VII RASSEGNA TEATRALE CITTA’ di SAVIANO” con la commedia:  “Che se passa … Pe nu poco ‘e spasso!”... abbiamo scritto: : "Times New Roman"'>ALCUNI PREMI VINTI CON LA POESIA 

<<La compagnia di Roccarainola, ma eterogenea per la provenienza dei 24 attori che la compongono, sbancano alla kermesse savianese dove hanno presentato “Che se passa … Pe nu poco ‘e spasso!”, scritta e diretta dal proprio leader Thomas Mugnano. La commedia brillante, ma tema conduttore di varie problematiche sociali, specialmente le difficoltà dei diversamente abili, nella votazione della giuria ha fatto il vuoto alle proprie spalle riscuotendo l’ambito premio per aver messo insieme in modo egregio le varie prerogative che fanno il successo di uno spettacolo: la validità dell’opera; la preparazione degli attori; la componente scenografica idonea ai vari temi rappresentati; un’organizzazione che supera di gran lunga il concetto di ‘amatoriale’ e, non ultimo, quello spirito votato al continuo apprendimento previo corsi teatrali di vario genere, nella loro sede, che rasenta molto da vicino l’idea di ‘professionismo’>>.

… e a seguire il suo parere, la sua emozione e soddisfazione, a caldo: <<“Questo riconoscimento mi inorgoglisce, premia la mia creatività ed il mio modo di fare teatro: da attore, da autore, da regista, ma anche da ‘fratello maggiore’ di tutti coloro che entrano a far parte della nostra compagnia. E questo lo dico senza falsa modestia e senza inopportuni pudori, benché sono contrario alle competizioni perché queste, alla fine, comunque vadano le cose, lasciano sempre uno strascico di polemiche che io vorrei sempre evitare. Ma la partecipazione alla rassegna di Saviano, che sta assumendo una notevole importanza ed una tipica legittima fisionomia, era una sirena troppo forte da potervi resistere. E per questo siamo qua. Fortunatamente per noi, da vincitori!>>.

 

A PROPOSITO DEL 1° CONCORSO NAZIONALE: “‘DICIAMOLO CON LA POESIA’abbiamo scritto:

  … “E diciamolo che sono bravi! E diciamolo che ad averci a che fare si è sempre in tema di sorprese. Diciamolo ancora, anzi, “Diciamolo con la Poesia”. All’inizio, l’apposito sito lanciato su ‘Facebook’ da Thomas Mugnano, leader della compagnia teatrale “I Matt…Attori”, era da considerarsi una semplice occasione per dare la possibilità a tanti di pubblicare i propri versi o affini senza alcuna pretesa. Nessuno dei promotori pensava a tanti consensi. Neanche il più ottimista immaginava che tanto entusiasmo portasse, in seguito, ad indire un vero e proprio premio letterario nazionale dall’omonimo titolo. Un concorso che ha riscontrato l’adesione di un centinaio di elaborati tra poesie in lingua ed in vernacolo napoletano, da premiarne tre e da indicarne 15 finaliste, poi classificate per volere della giuria, tutte quarte ex aequo”.

 

A PROPOSITO DI: *NAPOLI-TUDINE: Pizza, Pazzi & Pezzi! … abbiamo scritto:

ThomasMugnanoNapolitudine

 

<< Un’opera inedita – la quinta frutto del talento dell’autore rocchese – forte, cruda, farcita di un realismo spietato che parte dai quartieri di Napoli più malfamati - identificati anche dall’indubbio linguaggio forte o pseudo volgare dei suoi protagonisti quotidiani - per assurgere a positività dovute ad una ribellione interiore, da bistrattati a protagonisti, da camorristi a individui in cerca di una legalità negata, da situazioni familiari disastrate e faticosamente provate a riportare alla ‘normalità’, da ‘maltrattati’ da una storia infame e da un’informazione volutamente plateale, ingiustamente amplificata sulle negatività e stranamente ‘ridimensionata’ in quel tanto di buono che comunque si riesce a realizzare anche se con una “CORSA ad HANDICAP”. Particolarmente apprezzati, poi, i vari momenti musicali con testi che hanno reso bene l’idea, incastonandosi alla perfezione nel contesto narrativo a partire dal pressoché ininterrotto sottofondo del brano che prende il nome dal titolo: “Napoli…Tudine”. Non c’è che dire se non che hanno procurato più di un brivido sia per la calda e decisa voce dei solisti che nel suggestivo sostegno armonioso conferito dall’appropriato coro>>.

Ed ancora: << possiamo argomentare quanto si vuole sulle nostre sventure, sulla nostra malasorte, ma c’è sempre una COSCIENZA – rappresentata nella splendida performance scenografica e recitativa dalla sempre più sorprendente Marianna Riccardi - che ci richiama alla realtà per rinfacciarci dei nostri errori e per spogliarci dei nostri convincimenti errati che conducono inesorabilmente all’auto-assoluzione, nella falsa convinzione che la colpa di quello che ci capita, sia sempre del ‘prossimo’ e non nostra!

Ed è proprio il finale a sfondo filosofico, intriso da congetture che rivelano nell’autore barlumi di conoscenza dell’animo umano, che il racconto si eleva e consegna all’autore e ai numerosi attori il giusto tributo di un pubblico delle grandi occasione che, ancora una volta ha mostrato di gradire un prodotto teatrale che, per certi versi, stentiamo a collocarlo nella cerchia di ‘teatro amatoriale’. Vedremo se i fatti ci daranno ragione!>>. 

 

Una sua poesia
"LA SALITA"

E' erta...
...ed è lenta...
salgemma della VITA.
Il tragitto finora
è stato duro? 
Non importa!!
Salirò...caspita se salirò!!
E non inciderà affatto 
se non ci sono state,
e non ci saranno
protezioni ....
balaustre...
parapetti...
o se sarà
resa scivolosa
dall'odio
che tracima...
deborda..
e trabocca
dai vostri pietrificati petti!!
Non importa
se spasimi di vertigini.
Non grava 
se molti vorrebbero 
vederti inciampare...
catapultare...
precipitare...
negli abissi o
nell'anfratto!!
Magari in caduta libera!!
Vertiginosamente
nel dirupo!!
Eh no!! Spiacente di deludervi.
Io salirò!!
Pian piano...
"lumacosamente"
ma come sempre...
temerariamente 
...salirò!!!

 

(*) MauroRromano02Mauro Romano è nato il 20 marzo 1953 a Nola/Piazzolla  - Na - dove vive ed opera; Laureato in Materie Letterarie presso l’Università degli Studi di Salerno con tesi in Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea “Alicata e il Neorealismo

Ha pubblicato: “L’Amore preso sul serio” (Albatros Editrice – Roma 1982); “Scartine” (Edizione n proprio - 1983); “Lo sbarco dei sogni” (Editrice Vesuvio – Napoli 1985);  “Canzoni” (Gabrieli Editore – Roma 2000). Sue composizioni sono inserite in numerose Antologie e pubblicate su Riviste  Letterarie. Altri Inediti – in versi ed in prosa – sono di prossima pubblicazione. 

Membro  - di Merito e d’Onore –  di  diverse  Accademie Nazionali ed Internazionali - ha ottenuto premi  in numerosi Concorsi Letterari con poesie singole, racconti, sillogi  e libri editi, sia in lingua Italiana che in Vernacolo Napoletano. Tra l’altro è Cavaliere della Comunità Poetica Europea e Socio Benemerito dell’Accademia dei Bronzi di Catanzaro; 

Frequentemente è  inserito in giurie di concorsi letterari e di rassegne teatrali, assumendo spesso le funzioni di critico con apprezzatissime recensioni; 

E’ iscritto alla SIAE quale Autore/Paroliere della parte letteraria delle Canzoni;

Collabora con diversi Organi di Stampa trattando argomenti a carattere Sociale, Letterario, Artistico/Culturale, Sportivo - addetto stampa Pallavolo – etc.;

E’ allenatore di Calcio iscritto dal 1979 nei ranghi della Federazione Italiana Gioco calcio;

Sposato con Anna, è genitore di Mena e Gilda.