Progetti

Tra pasta e "follia"

L'Arcobaleno tra pasta e "follia"

Gragnano, Festa della Pasta 2011

di Rita Sabatino, Salvatore Di Ruocco


festapasta 2011 2I “Grazie” talvolta sono sprecati, talvolta assumo un significato che travalica il confine dei sentimenti.

Ed allora un "Grazie", grazie a Gragnano, grazie al suo primo cittadino, l’avv. Annarita Patriarca, grazie al Presidente del consorzio “Gragnano città della Pasta”, Giuseppe Di Martino, grazie ai proprietari dei portoni privati degli edifici di Via Roma, la storica via della pasta.

La stessa via Roma, fu progettata per catturare il vento e permettere una più rapida e completa asciugatura del prodotto principe della nostra città.

Questa volta però Il “folle vento” settembrino non ha avuto la meglio su queste serate, si è quindi arreso e fuso con la sagra che ha avuto come tema principale “La follia della pasta”.

festapasta 2011 16La follia intesa come la dea rappresentata da Erasmo da Rotterdam, come l’origine di ogni bene per l’umanità: Io, io sola sono a tutti prodiga di tutto.

Ed è la follia, che ha esplicato il vero volto di ognuno di noi, l’estro, l’originalità, la forza, l’impegno che viene impiegato nell’amore verso le cose che apparentemente sembrano futili ma che risultano poi di vitale importanza nel quotidiano.

La follia “buona”, ecco di cosa si necessita giornalmente, quella che ci diverte e fa divertire, quella che è un exploit di vibrazioni, quella che  è un giusto connubio follia-mente e nell’accorpare questo misto di sensazioni sono nate più iniziative portate avanti nelle tre serate gragnanesi, un “circo nero” itinerante con figure dall’aspetto macabro e al contempo divertenti, una mostra fotografica ispirata a Dalì denominata, per l’occasione, Folle mente esponente gli scatti dei due vincitori del premio “Effe come foto” del collettivo Effe Project, una mostra d’arte pittorica del concittadino Salvatore Cesarano il quale nelle sue opere ha ridefinito il folle e straordinario gioco che è la vita.

Insieme a tutti questi artisti non poteva mancare l’Associazione Arcobaleno dei Pensieri la quale ha continuato irremovibile la sua attività di promulgazione dell’Antologia dalla quale ha preso il nome.  Anche per questo evento  l’Associazione ha dato vita ad un qualcosa di straordinario.

festapasta 2011 3

 

Come già con la Sagra degli “Antichi Sapori e Saperi”, ha abbinato alla distribuzione del libro un omaggio per tutti coloro che lo hanno acquistato, una stampa di 30 fotografie o un poster 30x40 donati da AEMME Studio Fotografico, dal giorno 3 invece grazie anche alla partecipazione e al cuore di Giuseppe Di Martino e Antonio Cesarano, è  toccato  anche  alla pasta far da padrona, infatti per ogni acquisto dell’Antologia è stato donato oltre al coupon per la stampa omaggio delle foto, una confezione di pasta di Gragnano.

 

Si ricorda che il ricavato della distribuzione del libro verrà devoluto all’Istituto a carattere familiare “Il giardino del sorriso” il quale ospita cinque magnifici piccoli.

E'  così triste guardare un bambino senza sorriso, ed allora "Grazie", grazie ancora ad Annarita Patriarca, Giuseppe di Martino, Antonio Cesarano, Antonella Inserra e a tutti coloro che hanno, con un piccolo contributo, regalato un sorriso, fatto vivere un sogno.

 

qui tutte le foto