Percorso

Progetti

L'Arcobaleno dei Pensieri (poesie per un mondo a colori)

Scritto da Super User. Postato in Arcobaleno dei Pensieri (L'Antologia)

L'Arcobaleno dei Pensieri (poesie per un mondo a colori)

di Salvatore Di Ruocco

AntologiaCinquanta autori, oltre centocinquanta poesie, suddivise in dodici splendidi capitoli a tema, tra i quali il mare, la natura, l'amicizia, la passione ed ovviamente l'amore...

Poesie che spaziano attraverso la fantasia, un giro di 360° nell'universo dell'uomo tra le sue paure, i suoi sentimenti, i suoi sogni, le proprie ambizioni e i propri desideri.

La straordinaria grafica di Carlo Mosca e le meravigliose foto di Antonio Esposito accompagneranno le poesie in un armonioso tocco magico del dare del poeta e del trasformare l'interpretazione del lettore alla visione di una realtà fantasiosa, ma non troppo.

libroI sogni spesso si avverano e se qualche volta non succede rimane la speranza di cambiare il mondo in un “Arcobaleno di Pensieri” meravigliosi in cui nessuno può vietare di sognare e sopratutto credere di poter cambiare il mondo per il futuro dei bimbi, che siano tristi ed infelici ma anche allegri e spensierati.

... è' così triste incontrare un bimbo senza sorriso ...

 

Il “Progetto” che nasce dopo aver incontrato nella Casa Famiglia “Giardino del sorriso” di Pompei, un bambino che, per ovvi motivi di privacy, chiameremo “Gennaro”.

            Come quasi tutti i piccoli costretti a vivere in una Casa Famiglia, conserva dentro di sé la sua storia, una storia drammatica quanto dolorosa che ha impresso in lui, sin dal primo passo lontano dalla famiglia natale, una cicatrice da rimarginare (se mai fosse possibile).

            Riconosco di non essere in grado di risolvere i tormenti e le tristezze del Mondo (non conosco alcuno che si riconosca le capacità di farlo) e soprattutto di essere solamente un uomo ma, pur sapendo di non riuscire a sedare il dolore che fluisce dalla ferita di “Gennaro” o di qualsiasi altro piccolo che si trova nella sua medesima situazione, voglio tentare di alleviarlo con questo piccolo lavoro in modo da far sentire loro il calore di un abbraccio cui da sempre necessitano.

            E’ nato senza pensarci su due volte, non è stato per nulla difficile cominciare, altrettanto facile è stato proseguire. Quando si è circondati da tanti amici, persone vere, affabili, comprensive, altruiste, generose …

Allora mi sono reso conto che basta semplicemente chiedere... e tanto “semplicemente” si avrà!

In un primo momento è stato un invito timido, rivolto soprattutto a qualche amico che conoscevo …. poi man mano, vista la disponibilità che ognuna di queste straordinarie persone riusciva a darmi, visto l’entusiasmo che riuscivano a trasmettere, ho allargato l’invito a tutti coloro che amavano la poesia, a tutti coloro che riuscivano a trasmettermi grandi emozioni. Sapendo che chi scrive con la volontà di trasmettere il proprio stato d’animo, non può che essere un animo nobile.

Ho amato sempre ed amo ancora ciò che sia capace di catturare un’emozione, un momento, un desiderio, un sogno. Ho amato sempre, ed amo ancora quella poesie che io stesso tante volte chiamo “pensiero”, quel pensiero che riesce a farti amare, a farti odiare, a farti piangere, a farti vivere quello che non hai vissuto con la semplicità di chi scrive con il cuore, di chi scrive per se stesso, inconsapevole di trascinarti in un meraviglioso vortice di emozioni.

Il mio intento però è quello di coniugare due arti visive e sensoriali, una del “passato” ed una del “presente”, poesia e fotografia, in modo da poter riscoprire il fremito che può donare un insieme di versi e moltiplicarne l’effetto, se non triplicarlo, grazie all’attenta cernita di immagini che ho curato in ogni particolare.

 Il fine di questo progetto è una raccolta a scopo benefico e il ricavato della vendita dell’elaborato verrà quindi destinato in primo momento alla Casa Famiglia “Giardino del sorriso” di Pompei, per poi ve ne fosse la possibilità, ad ogni altra associazione a “carattere familiare” che mi venga suggerita dagli stessi autori che hanno collaborato a questa raccolta.