Percorso

Rubriche

Sarracenia flava

Scritto da Super User. Postato in Piante carnivore

Sarracenia flava

 


pianta carnivoraIn questa pagina parleremo di :

Generalità

Sarracenia flava : Tecniche colturali

 

 

Generalità

Le Sarracenie sono piante originarie del nord america, più precisamente distribuite tra Stati Uniti e Canada e di questo genere fanno parte otto specie pure, mentre esistono e si possono creare ibridi all'infinito!

La Sarracenia si presenta con foglie lunghe e verticali a "tubo", ovvero a forma di cono rovesciato con un apertura in cima, sormontata da un coperchietto detto "opercolo". La parte sotterranea è composta da un "rizoma" simile ad un tubero carnoso, e diverse radici non estremamente folte.

Questa pianta può raggiungere anche il metro di altezza e formare decine e decine di tubi, chiamati "ascidi",

in grado di attrarre e contenere numerosissime prede. Il suo sistema di cattura è molto semplice, infatti la preda viene attratta dai bellissimi colori che questa pianta crea sui propri ascidi, e dalla produzione di un nettare denso e profumato che ne ricopre l'ingresso. Il nostro malcapitato quindi, intento nella raccolta del "miele", entra sempre più verso la zona interna della trappola, che si presenta come una parete liscia e cerosa, la quale inesorabilmente farà scivolare la vittima nella parte più profonda e ristretta dell'ascidio. A questo punto, l'insetto non è in grado di volare o tantomeno di arrampicarsi sino all'uscita, a causa di una folta peluria rivolta verso il basso, che serve a favorire la discesa, ma a rendere impossibile la risalita.A questo punto l'insetto verra digerito e assorbito dalla pianta, che ne trarrà utile nutrimento e beneficio.

Le otto specie di Sarracenia si differenziano molto tra di loro, sia come colori che come forme.

Sarracenia psittacina e Sarracenia purpurea ad esempio, sono le uniche due specie che possiedono gli ascidi "distesi" orizzontalemnte e non verticalmente come tutte le altre.


Sarracenia flava : Tecniche colturali

SarraceniaLa coltivazione di queste piante risulta piuttosto semplice, se si seguono come per tutte le carnivore, alcuni importanti accorgimenti.

Innanzitutto è importante somministrare abbondanti quantità di acqua dal sottovaso, che lasceremo sempre con almeno due centimetri di acqua, distillata o piovana. L'esposizione dovrà essere al sole, il più tempo possibile. Se le temperature dovessero essere estremamente alte, allora potremo ombreggiare leggermente la pianta. I periodi di crescita solitamente favorevoli sono la primavera e l'autunno, ma molte Sarracenie crescono bene anche d'estate.

Sarracenia è una pianta che vive in zone temperate, e per questo necessita obbligatoriamente di riposo durante l'inverno, ed è quindi necessario sottoporla a temperature molto rigide. Per fare questo, basterà lasciare il vaso all'esterno, senza acqua nel sottovaso ma controllando solamente che il substrato sia umido. Non c'è da preoccuparsi se la temperatura scenderà anche di molto sotto lo zero, perché questa pianta resiste a temperature veramente rigide.

Per il rinvaso è necessario attendere il mese di Febbraio, quando la pianta è quasi pronta per riprendere il periodo vegetativo. Utilizzeremo quindi un vaso di dimensioni maggiori rispetto la precedente, ed utilizzeremo un substrato composto da una parte di torba di sfagno e una parte di perlite. E' possibile aggiungere anche una piccola parte di vermiculite, ma non in dosi superiori al 10%. Importante, durante il rinvaso, è non maneggiare in modo eccessivo le radici, ma cercare di rinvasare l'intero pane di terra, magari togliendo solo la torba in eccesso.



Fascia Climatica
 

Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta direttamente ai raggi del sole.
 
Sole pieno
Annaffiature
Cerchiamo di annaffiare abbastanza regolarmente, in modo da avere un terriccio sempre leggermente umido; in genere può essere sufficiente annaffiare circa una volta a settimana.


Tenere bagnato
concimazione 
Queste piante non necessitano di concimazioni, poichè traggono i Sali minerali di cui hanno bisogno direttametne dagli insetti che catturano; è inoltre consigliabile annaffiarle con acqua distillata o piovana, poichè temono molto la presenza di Sali nel substrato di coltivazione.



fonte: http://www.giardinaggio.it/carnivore/sarracenie/sarracenie.asp

 

{jcomments on}